I migliori furgoni camperrizzati della Svizzera

Il viaggio è la ricompensa – Sicilia #1

Il viaggio è la ricompensa - Sicilia #1

L'ultimo Natale...

Sì, bianco Natale, un bel regalo con i Griswolds e le macchie di cavolo rosso sulla tovaglia... ancora e ancora ogni anno. O no. L'ultima volta che ha nevicato è stato a Natale, quando ero molto giovane, quindi la quantità di neve sembrava relativamente grande. Chevy Chase è guardato su richiesta in questi giorni e cavolo rosso? Alcune cose diventano buone solo quando le lasci essere.

Senza decorazioni stagionali, difficilmente sapresti che è dicembre

Andiamo in Sicilia

Quindi il piano per Natale è fuggire avanti, o meglio dirigersi a sud, in Sicilia! Invece del grigio umido al dolce pan di zenzero e allo scorso Natale in un ciclo continuo, si preferiscono il sole caldo, il cibo eccellente e la dolce vita.

Tuttavia, l'isola più grande del Mediterraneo non è necessariamente dietro l'angolo e il percorso dalle Alpi è di conseguenza lungo. Con circa 1800 km, puoi raggiungere la tua destinazione da solo e pianificare le deviazioni lungo il percorso. Fortunatamente sei il più flessibile possibile con il camper e guidi solo finché ne hai voglia. Se hai solo una settimana, potresti prendere in considerazione una destinazione un po' più vicina per il percorso, perché ci vuole molta pazienza. Abbiamo avuto quasi tre settimane e quindi la calma è svanita. Nel complesso, tuttavia, siamo rimasti in viaggio solo per poco più di due settimane e, a causa di un brutto cambiamento del tempo, siamo tornati a casa. E questo è stato perfetto per noi in termini di rapporto costi-benefici.

Il viaggio passa per lo stomaco

Il nostro viaggio inizia nel primo pomeriggio, circa una settimana prima di Natale. Le strade sono ancora abbastanza vuote e non possiamo proprio farne a meno... facendo una deviazione di 200 km verso la nostra pizzeria preferita a Bassano del Grappa. Ad un certo punto ci siamo persi il cuore in questo posto meraviglioso del Veneto e beh, non ci resta che «tornare a casa» ogni tanto. I campeggiatori hanno una varietà di opzioni per pernottare in piccoli campeggi o per pernottare in vari parcheggi vicino a ristoranti e locande.

Pizze, pizze, pizze!!!

Bassanese del Grappa

Bassano del Grappa si trova all'imbocco della sconosciuta Val Sugana sul margine meridionale delle Alpi ed è segnata dal Brenta, che deve ringraziare alcuni bei ponti nel centro storico. Oltre all'atmosfera tipica che irradiano le piccole città italiane, Bassano è piena di vita. Essendo uno stato universitario, i numerosi ristoranti, caffè e bar si animano davvero la sera, diventa socievole e prima del pasto diventa abbondante aperitivo celebre. Se poi la pancia si riempie di buon cibo, chi si rispetti può passeggiare fino al venerabile ponte di legno Ponte degli Alpini. Qui abbondano i bar che servono alcolici locali e il tramonto sul Brenta che mormora dolcemente è fenomenale.

Un buon posto per una sosta gustosa

Un consiglio da insider, non solo per i buongustai

Come suggerisce il nome, sono molte le distillerie di grappa a Bassano e nella regione che ti invitano a visitare. Oltre all'acquavite di vinacce, però, vengono prodotti anche vari liquori, che fanno più che concorrenza ai soliti aperitivi! Qui vale la semplice regola: la prova del budino sta nel mangiarlo. Quindi evviva pasto e cincin!

Tuttavia, il nome Bassano del Grappa non offre solo beni culturali millenari e danni al fegato, ma anche tante meravigliose opportunità di lavoro per i fanatici dell'aria fresca.

Diamoci dentro!

Dalle Distillerie del Grappa al Monte Grappa

Monte Grappa - fu teatro di pesanti combattimenti durante la Prima Guerra Mondiale e ospita un monumentale ossario che fu costruito dai fascisti negli anni '30. Nonostante il passato sanguinoso, questo luogo storico non merita una visita solo per gli oltre 1600 metri di dislivello rispetto alla valle. La vista sulla pianura padana è bellissima a perdita d'occhio, se non torna troppo foschia. Per inciso, la strada è adatta anche ai camper, a patto di dare la precedenza ai numerosi ciclisti da corsa.

Anche qui gli appassionati di mountain bike non mancano, ma soprattutto il cielo è disseminato di parapendio che sfruttano appieno le condizioni di volo ideali. Lungo il Grappastock ci sono però anche alcune interessanti vie ferrate e pareti di arrampicata sportiva che prevedono un passatempo attivo.

Addio Pianura Padana, Sicilia arriviamo!

Con il camper attraverso la Conca di Rieti

Per noi, invece, dopo la pizza e qualche spritz, ci dirigiamo più a sud. Prossima tappa: Rieti. Alcuni si chiederanno cosa diavolo sia Rieti e gli altri probabilmente sono di nuovo appassionati di volo a vela o di parapendio. Per i primi, però, va detto che non vi siete persi nulla se non avete visto la Rieti latina. Noi stessi siamo stati solo indirettamente a Rieti, ma abbiamo preferito attraversare la Conca di Rieti con il camper. Un'alta valle che termina tra i monti Reatiner e Sabiner e, con un po' di ricerca, rivela meravigliosi sentieri escursionistici.

Dolce Vita da Venezia a Palermo

Meglio andare in inverno

Si parte da Poggio Bustone, dove la comunità del villaggio, la cui età media è decisamente superiore ai 70 anni, ci scruta come extraterrestri e segue i nostri passi fin dove trovano una strada. Tuttavia, a un certo punto scompare perché il bestiame è probabilmente passato alla strada forestale che stiamo percorrendo. Nel bosco rado, nessun problema e in condizioni leggermente gelide ci troviamo sull'altopiano sommitale piatto della montagna senza nome. La vista della valle mi toglie almeno un po' il fiato. La fredda inversione del suolo non vuole far passare la nebbia nemmeno in tarda mattinata ei cirri velano i già deboli raggi del sole. Lo sguardo ha qualcosa di mistico e occupa un posto speciale nel mio ippocampo.

Una sosta con azione in parapendio

Monti e Mare

Sembra che metà della distanza sia alle nostre spalle ora, ma non c'è motivo di affrettarsi. Come ho detto, il percorso di un camper è l'obiettivo. Una breve considerazione è quella di continuare a passeggiare su strade di campagna, ma siccome le autostrade sono effettivamente senza pedaggio da Roma... ci riserviamo di fare altre vacanze in camper. Passa invece per Napoli con una deviazione al Vesuvio e al Costiera Amalfitana più avanti verso la Calabria.

Abbiamo un gusto per i vulcani

Saluti al riscaldatore da parcheggio!

E ogni campeggiatore, o almeno loro senza la propria camera igienica, conosci il problema sulla strada: docce! Almeno abbiamo una doccia all'aperto, ma anche nel sud Italia di notte a dicembre fa abbastanza fresco e l'acqua del pozzo appena riempita non è più calda. È ancora più bello quando ci si ferma in un bagno termale olfattivamente stimolante!

È così che ti piace svegliarti 🙂

naso e attraverso

Lamezia Terme è meglio conosciuta in Italia per l'alto accumulo di 'Ndrangheta, ma la commercializzazione della regione e soprattutto delle Terme di Caronte sta lentamente sul ramo verde. Oltre a veri e propri bagni termali con scivoli e simili, la gente del posto ha fatto proprie le sorgenti sulfuree naturali e ha costruito un bagno pubblico. Arriviamo di notte e siamo felici di scoprire che non solo possiamo parcheggiare il nostro camper proprio accanto alle sorgenti, ma che anche la piscina è illuminata di notte.

La volpe è intelligente

Prossima tappa Sicilia

La temperatura dell'acqua – un sogno! Quindi sguazziamo molto più di quanto il nostro naso lo consenta e ci godiamo la notte mite. La domanda alla fine del divertimento balneare, tuttavia, è come non portare a letto con noi l'odore delle uova marce. Ma intelligenti come una volpe, ovviamente abbiamo preso delle precauzioni. Abbiamo riempito le nostre taniche d'acqua flessibili da 5 litri con acqua di pozzo ghiacciata... e ci siamo semplicemente bagnati! Nel corso dell'ora, l'acqua era accogliente e calda come l'acqua termale. La "zona doccia" è stata ripulita, ma invece di concederci il pieno di freddo, possiamo fare la doccia senza battere ciglio.

Tropea ti premia con suggestioni caraibiche

Oltre alle sorgenti termali, la Calabria invita anche a tante altre avventure, ma noi facciamo solo una breve deviazione a Tropea e poi ci dirigiamo al traghetto per Messina. Sicilia arriviamo!

Reggio Calabria-Messina

più commenti